• Le 6 isole e i resort più belli alle Maldive

Data pubblicazione: 10 ott 2019 - Categoria: Travel idea

Voglio raccontarvi una storia: come mi sia letteralmente innamorata di questo angolo di paradiso chiamato Maldive.

Prima di visitarle avevo sempre pensato che queste isole appartenessero a quel genere di vacanza che non si addiceva molto al mio essere viaggiatore: temevo che il mio desiderio di esplorare potesse sentirsi limitato su un’isola.

Nel 2015 ho messo piede alle Maldive per la prima volta con la mia famiglia, comprendendo finalmente cosa rendesse queste isole una destinazione così speciale: è come se si trovassero in uno spazio tempo parallelo e surreale, in cui tutto si ferma e rallenta, per lasciare il passo alla sensazione unica di essere dimenticata dal resto del mondo.

Vi elenco  le 6 isole più belle delle Maldive, o meglio i resort che più di altri mi hanno conquistata per caratteristiche, gestione e natura che li circonda.

Le 6 isole e i resort più belli alle Maldive

PALM BEACH ISLAND RESORT AND SPA

Situato nell’atollo di Laviyani questo resort, ai tempi della mia visita affidato a una gestione italiana, ha rappresentato la mia prima volta alle Maldive: è qui che mi sono innamorata di queste isole ed è proprio su questo atollo che ho deciso che la mia vita avrebbe dovuto in qualche modo intrecciarsi con questa parte di Oceano.

L’isola di Madhiriguraidhoo, situata nell’atollo di Lhaviyani, è una delle più grandi delle Maldive: è lunga quasi 2 km e si raggiunge esclusivamente con idrovolante. E’ stata proprio la sua grandezza e la sua lunga lingua di sabbia attrezzata a tranquillizzarmi sul fatto che anche Clara avrebbe avuto più possibilità di svago in caso di brutto tempo (oltre al Kids club, anche un semplice giro in bicicletta avrebbe potuto rappresentare un’alternativa).

Per chi come me, soffre un po’ l’isolamento, avere a disposizione un punto di ritrovo anche non solo per l’ora dell’aperitivo, ma anche durante tutta la giornata non era cosa da poco: la lingua di sabbia del Palm Beach è uno degli spettacoli della natura più belli che abbia mai visto e io non potevo non trascorrerci parte della giornata, nonostante ogni villa avesse una piccola spiaggia privata davanti alla porta d’ingresso.

Mi sono innamorata di quasi ogni luogo che ho visitato, perché ho sempre pensato che viaggiare non sia solo un modo per vedere, ma anche una grande opportunità di crescita personale che ti insegna molto spesso a rendere tuo anche un posto diverso dai tuoi canoni. Delle Maldive mi sono innamorata nonostante i miei pregiudizi: è in questo Oceano che ho trovato ciò che nel mio immaginario è sempre sembrato un paradiso terrestre.

SONEVA FUSHI

Non esistono resort paragonabili a quelli del gruppo Soneva: ciò che gli indiani titolari – Sonu ed Eva – i cui nomi definiscono anche quello del gruppo, hanno creato in Thailandia e alle Maldive ha dell’incredibile perché tutto è legato a una filosofia ben precisa.

“No news, no shoes”. Questo slogan è qualcosa di più della scritta apposta sul sacchetto porta scarpe che verrà consegnato al vostro arrivo: è la filosofia Soneva. Il soggiorno in questo paradiso farà in modo che mente e corpo vengano depurati dallo stress e dalla cattiva alimentazione che la routine ci costringe a sopportare o ci impone. Imparare a gustare ogni attimo vissuto sull’Isola sarà missione compiuta alla fine della vostra vacanza.

 

Le 6 isole e i resort più belli alle Maldive

Si parla quindi di un lusso completamente diverso da quello che noi tutti tendiamo ad immaginare, poiché è trattato intelligentemente, come amano definire loro. Un lusso a tratti non tangibile, etereo, ma ritrovato nell’importanza dei dettagli, delle piccole attenzioni e dei grandi servizi. Un sistema perfetto ed oleato permette a questo luogo di essere una favola ad occhi aperti. Niente sprechi, niente ostentazione, carta rigorosamente riciclata, bottiglie di vetro e un sacchetto in stoffa con preghiera di riportare i vostri oggetti in materiale non riciclabile al di fuori di questo atollo. Soneva va vissuto a piedi nudi, senza tacchi o abiti lunghi perché è indispensabile assaporare ogni suo particolare in stile Robinson Crusoe: solo così questo resort può affermare di essere sito su una delle isole più belle al mondo.

I bambini sono i benvenuti, gratuiti in pensione completa fino ai 7 anni compiuti.Il kids club The Den a loro dedicato è stato inaugurato circa tre anni fa ed è composto da una piscina di acqua salata con scivolo, una zona cucina, una sala musica con tanto di batteria, una sala trucco, una sala nanna e altre aree giochi dove in ogni momento della giornata troverete qualcuno ad accogliervi.

Uno degli aspetti che rende questa struttura vincitrice del premio “Miglior resort dell’Oceano Indiano” per svariati anni (superato negli ultimi due anni dall’altra meraviglia Soneva: il Jani) è anche la versatilità: perfetto per le coppie in viaggio di nozze, per una coppia di anziani e per una famiglia con bambini. Il diverso target turistico può tranquillamente coesistere, poiché le ville sono isolate l’una dall’altra e godono di una spiaggia e talvolta di una piscina privata. Inoltre la formula Den impedisce a qualsiasi tipo di animazione di contaminare la pace ed il relax dell’isola: riservatezza, silenzio e grida dei bambini possono convivere senza alcun problema, poiché niente è stato lasciato al caso da Mr Sonu.

AMARI HAVODDA ISLAND RESORT

Questo resort mi ha letteralmente rapito il cuore: struttura di recente apertura, situata su uno degli atolli più a sud delle Maldive, con una barriera corallina splendida nonostante la profonda laguna, il tutto condito da un’ampia spiaggia bianchissima… ecco ciò che rende l’Amari uno dei miglior resort delle Maldive.

L’atollo di Gaafu Dhalu, situato a circa 400 km di distanza da Male, è raggiungibile in circa 55 minuti di volo interno e 10 di barca veloce. Una volta arrivati in questo luogo unico, non potete fare altro che restare stupiti del silenzio che regna su quest’isola: nessun idrovolante sopra la testa o isola “tecnica” visibile da terra, soltanto sabbia bianca e laguna blu sconfinata tipica delle isole più belle al mondo.

La spiaggia è bellissima: più ampia sul lato alba è comunque presente in tutto il perimetro e ben curata, nonostante la tendenza del resort sia lasciare la natura più selvaggia possibile. La vegetazione è incantevole con veri e propri giardini fioriti situati tra i vari sentieri che collegano le decine di strutture presenti sull’isola.

Non esistono muretti antierosione, l’orizzonte è completamente libero e soltanto sul lato “tramonto” sono presenti alcuni sacchi di sabbia a protezione della spiaggia.

L’house reef è la vera rivelazione dell’Amari: trovandosi all’estremo sud, i coralli hanno subito minori danni rispetto a quelli situati negli atolli centrali. Il Niño è stato meno devastante agli estremi nord e sud, ecco perché è ancora possibile trovare veri e e propri giardini di coralli in parte colorati.

 

L’isola è adatta ai bambini di tutte le età per tipologia di spiaggia, laguna, zona delle piscine, per un’altalena fronte mare e una cucina in grado di adattarsi ad ogni loro bisogno. Esiste un kids club, che però non prevede alcun tipo di animazione, se non uno spazio interno con giochi e altre attività e due tate a completa disposizione dei piccolini.
Ci tengo a precisare che il concetto di Kids club che abbiamo in Italia si discosta completamente da quello che potete trovare alle Maldive: non aspettatevi quindi karaoke, tate italiane o giochi senza frontiere, poiché potreste rimanerne delusi.

In questo resort è stata compiuta una scelta ben precisa: è l’isola che procura magia, non l’intervento dell’uomo: vegetazione, laguna e spiaggia incontaminata sono da preservare, senza correre il rischio di snaturare troppo questo angolo di paradiso. Spesso optare e lasciare un’isola selvaggia è abbastanza rischioso da parte della direzione, poiché il passaggio tra naturale e trascurato talvolta è davvero sottile. All’Amari sono perfettamente riusciti nell’intento, poiché questo è un luogo che non può in alcun modo lasciarvi indifferenti: entrerete come clienti, ma avrete la sensazione di uscire come parte di una grande famiglia.

AAAVEEE NATURE’S PARADISE

Ammetto che questo resort non è per tutti, ma poiché questa è la lista secondo Souri Trip, per me non solo è necessario inserirlo, bensì assicurargli almeno la top 5.

Raggiungibile in 40 minuti di idrovolante, si tratta veramente di un piccolo angolo di paradiso, dimenticato dalla massa di quelli che amo definire i “turisti alle Maldive”: la sua vegetazione lussureggiante, la barriera che circonda interamente l’isola e il mare dalle mille sfumature di azzurro, l’assenza degli overwater, rendono questo luogo davvero incantato.

La barriera corallina circonda interamente l’isola e la varietà dei pesci è incredibilmente ampia. La laguna dalle acque calme e cristalline contribuisce alla scoperta in tutta sicurezza da parte dei piccoli viaggiatori: l’unica attenzione da prestare è relativa alla presenza dei coralli anche nelle zone vicine a riva. La barriera facilmente raggiungibile dalla riva rende facilmente possibile l’esplorazione del reef anche se non dovete mai sottovalutare le correnti, soprattutto se avete l’abitudine come noi di fare snorkeling con i propri figli.

La struttura è molto basic: poche ville, un solo ristorante e orari maldiviani a scandire le vostre giornate.
Aspetto fondamentale per chi ha intenzione di scegliere questo resort come struttura alle Maldive: l’Aaavee non nasce per il target famiglie, ecco perché non troverete alcun kids club e nessuna particolare attenzione ai più piccoli, se non un’alta disponibilità e professionalità da parte del personale.

In poche parole: i bambini sono i benvenuti poiché non si tratta di uno dei molti resort “Adults only” presenti alle Maldive, ma sta al buon senso dei genitori capire se quest’isola può o meno fare al caso dei propri figli. I bambini ospiti dell’Aaavee devono essere veri appassionati della vita da spiaggia, poiché, non disponendo di altri tipi di svaghi, l’unico (se così si può dire) vero divertimento sarà il mare con tutte le sue sorprese. Se i vostri figli sono dei fanatici del mare, quest’isola fa veramente al caso vostro. Di spiagge attrezzate ne avrete due: una sul lato sunrise, l’altra sul lato sunset: entrambe ampie, corredate di lettini, ombrelloni e un bar dove è possibile rinfrescarsi con qualche cocktail o succo di frutta. Sparse per la spiaggia troverete amache nell’acqua, sulla spiaggia, altalene, front desk nella “giungla”, panchine sopraelevate in acqua e stravaganti prendisole immersi in acqua.
Il playground dei più piccoli sarà la spiaggia con tutti i suoi abitanti, marini e non: la fantasia stimolata da ambienti semplici, privi di negozi e kids club contribuisce a creare qualcosa di magico come costruire uno zoo con coralli e conchiglie o andare in cerca di paguri al tramonto.

Questo villaggio di proprietà e conduzione maldiviana è una vera e propria perla nell’Oceano. La vita condotta qui è quanto di più lento e rilassante si possa desiderare: ogni momento della vostra giornata sarà vissuto all’insegna del benessere, poiché vivrete semplicemente nel pieno rispetto dell’ambiente che vi circonda. L’isola così pulita e ben tenuta è la perfetta dimostrazione di come la natura possa offuscare la struttura che ospita.

Esistono luoghi che alla fine della vacanza vi sembreranno molto più baby friendly di altri che sulla carta sembrano avere tutte le comodità: l’Aaavee per noi è stato uno di questi.

MERCURE KOODDOO MALDIVES

Tra i resort che mi hanno contattato quest’anno per essere visitati da Souri Trip, ce n’è stato uno che mi ha colpito più degli altri: Il Mercure Maldives Kooddoo Resort.
La posizione a pochi chilometri di distanza dall’Amari Havodda ha fatto in modo che il mio livello di attenzione salisse già durante una prima valutazione; il rispetto della natura e la poca intensità di costruzioni hanno fatto il resto.

Questo resort di recente apertura non è molto conosciuto nel mercato italiano poiché si tende ancora a pensare che di hotel opzionabili alle Maldive siano soltanto una decina: considero questo un grave errore e intendo contribuire per porre rimedio, poiché ridurre l’esplorazione di queste isole soltanto ad alcuni target di prezzo non lo reputo corretto.

Il prossimo aprile visiterò personalmente il Mercure e vi mostrerò, con foto, stories e racconti, ciò che ho già intravisto dalla documentazione che mi è stata inviata dal General Manager della struttura: non voglio anticiparvi molto, se non che si tratta di una di quelle isole in cui, nonostante l’alto livello dell’hotel, è la natura l’unica grande protagonista della favola.

Raggiungibile con volo interno e barca veloce, dà l’impressione di essere quel piccolo lembo di sabbia riservato solo alle poche persone disposte a compiere quello sforzo in più per raggiungere un paradiso incontaminato.

Il Mercure ha inoltre inaugurato un altro 5 stelle proprio nel mese di settembre: si tratta del Pullman Maldives Maamutaa Resort
Stay tuned

VELIGANDU ISLAND RESORT

Per descrivervi questo resort con dati tecnici dovete aspettare aprile 2020 (data in cui è prevista una mia visita sull’isola), ma per parlarvene “di pancia” posso tranquillamente iniziare, visto che sono anni che aspetto il momento più giusto per visitare questo incredibile luogo.
La lingua di sabbia di questo resort e l’ampia laguna color turchese sono da sempre state le mie priorità per una vacanza alle Maldive ed ecco perché quest’anno, in occasione di un evento molto speciale di cui vi parlerò più avanti, ho deciso di visitare ciò che per me rappresenta l’isola perfetta.
Profumi, colori e conformazione di quest’isola e di questo resort hanno fatto in modo che la mia mente costruisse un paradiso immaginario con queste caratteristiche: ecco perché non vedo l’ora di mettere piede su quella terra che più di altre rappresenta “la mia scelta”.

Veligandu è piccolissima, misura soltanto 650×90 è ormai da anni caratterizzata da servizi di livello e vanta un personale altamente qualificato.

Non vi rimane altro che aspettare fino ad aprile e seguire ciò che succederà in questo resort. Se pensate di non riuscire ad aspettare fino ad anno nuovo, non vi resta che chiedere info e prezzi a Souri Trip per avere un preventivo.

ORGANIZZO IL TUO VIAGGIO ALLE MALDIVE

Grazie alle collaborazioni che ho concluso in questi anni e soprattutto alle mie visite dirette, non solo sono in grado di organizzare il vostro viaggio alle Maldive, ma posso anche raccontarvi e spiegarvi ogni dettaglio e caratteristica che differenzia le isole l’una dall’altra.
Anche in questo caso, Souri Trip fornisce ogni tipo di personalizzazione e assistenza, garantendola soprattutto a destinazione con un eccellente servizio di accoglienza.
https://www.souritrip.com/

 

Souri Trip

Il viaggio su misura

Tre passaggi per costruire assieme il tuo itinerario perfetto:

1) Spiegami che viaggiatore sei;

2) Troviamo la tua destinazione;

3) Organizzerò il tuo viaggio su misura,
occupandomi di tutto.

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

* Campi obbligatori

Potrebbe anche interessarti